Partigiana per amore, Donna per vocazione

Pubblicato: 26 aprile 2012 in Uncategorized

Una persona tanto speciale non poteva che essere donna. Era Didala Ghilarducci. E’ Didala, perchè di memoria non si muore. Ricordo il 27 aprile di due anni fa, quando passai con lei la giornata a Viareggio. Mi portò in una trattoria, al porto, lei distinta e meravigliosa. Entrando sfilammo fra tavolini occupati da operai del porto. Ricordo che tutti ci guardavano, ma in particolare ricordo che mi invidivano, come sanno fare gli uomini quando invidiano un altro uomo che accompagna una bella donna. Fu quasi un affronto chiedere ai due a fianco di scattarci questa foto, sfrontato.
Ero lì per luce riflessa. Di lei.
Non le feci nemmeno tante domande, parlammo a lungo e a Didala non serviva certo essere incalzata. Sapeva volere bene anche parlando, a chiunque.
Ho un ricordo più forte di tutti, un passaggio del suo racconto, della sua esperienza durante la Resistenza. Dell’ultima notte trascorsa con “Chittò“, suo marito, Ciro Bertini, che la guerra le avrebbe strappato troppo, troppo presto. Didala mi raccontò con queste stesse parole “tra le viti, per l’ultima volta, facemmo l’amore“. E per dio… giuro d’aver desiderato in quel momento di far l’amore con mia moglie, come se quell’ultima volta di Didala e Chittò prima della morte fosse un monito, un insegnamento a proteggere e a vivere la vita come si vive quando si ama. Desiderai dire a mia moglie che l’amavo, come se il mio sentimento rinnovato potesse lenire in qualche modo ciò che a Didala era stato negato vivere.
Benchè ne avesse molti di più, Didala parlava dell’amore come una ragazza di vent’anni. Gli altri uomini ci guardavano, mi invidiavano ed io lo sapevo e mi sentivo fortunato.
Poco prima di dormire, stasera, Nicolò mi ha chiesto se le persone quando muoiono diventano un pensiero. Gli ho risposto che è così, che basta pensarle e chi non c’è più smette di morire.
Oggi Didala è diventata un pensiero, un motivo in più per proteggere, amare, coccolare la libertà che come partigiana ha contribuito a darci.

Annunci
commenti
  1. Cri ha detto:

    Bella lei, e bello il modo in cui la racconti. Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...