IL PROCESSO CREATIVO

Pubblicato: 14 maggio 2011 in Uncategorized

A tutti quelli che vogliono sapere cos’è il processo creativo, come viene l’ispirazione e come ti viene un’idea.
Risponderò una volta per tutte: nel mio caso il processo creativo è la natalità  (nulla di gesùcristiano): semplicemente Jacopo e Nicolò.
Nella mia vita di autore non esiste processo più creativo di loro. E non è nemmeno la solita coda di pavone che ‘sto babbo sventola per fierezza di papà. No!
A chi si aspetta l’ispirazione fatta di tramonti e silenzi emotivi, bagliori e studio di luci alla tal’ora con sorseggio di bevanda tipica del romanziere preferito, di scambi intellettualissimi all’ultimo vernissaggio, di ritiro il premio salendo splendido sul palco sottoscritto dall’applauso, sguardo ammiccante e vissuto quando è solo sonno arretrato, di “periodo rosa” o “periodo blu”, di esserci ad ogni evento per farsi fotografare con l’assssore ignorante, di debutto che c’è la mostra imperdibile devi esserci, a chi si aspetta tutto questo e altro di quello che raccontano certi imbrattatori di tela e carta e muri che poi nella vita del 740 fanno se va bene gli impiegati… dirò che il mio processo creativo è questo: ieri mi son comprato una bellissima scatola (18 matitoni) della Stabilo, (c’è scritto “3 in 1”: matita colorata, acquerello, pastello a cera), quando sono stato a casa l’ho aperta piano, ho fiutato l’odore di nuovo, con il polpastrello ho leggermente sfregato la punta del rosso che m’ha leggermente imbrattato l’unghia, li ho sfiorati tutti, li ho contati, me li sono immaginati all’opera, ho pensato a quante cose belle potrò farci con questi, mi sono visto sperimentare nuove incredibili tecniche pittoriche, fumetti allucinanti che Dave McKean mi fa due pippe, comprare fogli pregiatissimi che solo quelli sono all’altezza delle mie matite nuove, svelare ritratti al tocco di matita e carezza d’acquerello… poi ho richiuso la scatola. E l’ho messa via. Insieme alle altre scatole, ciuscuna con dentro una promessa diversa a seconda delle matite o pennarelli o grafite o fusaggine o ecoline o gessetti o carboncini o etc etc etc che contiene.
Ecco cos’è per me il: processo creativo… ogni tanto comprare matite o colori o fogli nuovi e immaginare che li userò.
A Jacopo e Nicolò frega solo del loro papà. Che anche questa è un’arte!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...