QUEI BRAVI RAGAZZI

Pubblicato: 16 ottobre 2010 in Uncategorized

La buona notizia è che l’assassino, Alessio Burtone, è italiano. Quella pure meglio è che la vittima è “solo” rumena.
La buona notizia è che i genitori di Alessio sono brave persone, che Alessio è una brava persona, che Alessio non vuole andare in carcere, ha paura. La buona notizia è che gli amici hanno appeso uno striscione con scritto “Alessio libero”, l’altra buona notizia è che hanno avuto il buon gusto di non appendere quello con scritto “Maricica è morta”. La buona notizia è che i vicini dicono che Alessio non merita di andare in carcere, quasi quanto Maricica avesse diritto di morire. La buona notizia è che Alessio, ora, è pentito. La buona notizia è che non voleva. La cattiva notizia è che c’è una zanzara a piede libero che ronzava attorno a Maricica e nessuno saprà mai che a quella era destinato il pugno di Alessio. La buona notizia è che dal momento in cui Maricica ha toccato terra a quello in cui qualcuno l’ha soccorsa è trascorso un tempo interminabile, colpa dei soliti barboni che si confondono ormai con le persone per bene, anche se rumene. La buona notizia è che tutti quelli che sono passati a fianco di Maricica, immobile dopo aver battuto la testa, non sono persone indifferenti ma fantasmi. La buona notizia è che Maricica non sente più male.

 

 

Annunci
commenti
  1. Anonimo ha detto:

    correggi il nome. Alessio, non Alberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...