SICUREZZA AL DOPPIO MALTO

Pubblicato: 9 luglio 2010 in Uncategorized

I Tedeschi sono mansueti. Monumentali (roba da mobilificio) e mansueti. Hanno sempre quell’aspetto da operai che smontano dal terzo turno in fabbrica alle presse o altoforno… rubizzi, spettinati, unticci, dinoccolati.
Hanno tatooaggi impressionanti: trenta chili fa dovevano essere carini, oggi sembrano fare il verso all’ orologio molle di Salvador Dalì (il Compagno Ciccio ne farebbe una antologica al Palazzo del Governatore subitissimo).
La Germania ha perso e loro ci bevono sopra. A Parma una cosa del genere sarebbe intollerabile: ve l’immaginate se il mondiale l’avesse vinto il Camerun? Il Sindacone Vignali avrebbe emesso una disordinanza secondo la quale in Oltretorrente sono tutti camerunensi, quindi potenziali festeggiatori al brindisi da coppa del mondo.
I nostri vicini sono Tedeschi, alla mattina fanno colazione con latte e fette di salame (somigliano alle macine nostrane, ma son fette di salame), vanno in spiaggia, cuocociono nelle ore più calde al sole, alle 16,00 rientrano e cominciano piano piano a scatlonare. Il figlio maggiore (di anni otto) mi gode un sacco: gli ho aggiustato una macchinina il primo giorno, lui voleva darmi 2 euro. Non ho accettato. Volevo non solo essere me stesso ma dare un’immagine diversa dell’Italia. 
Guardo i nostri vicini bere. Buttano giù. Non perdono mai il controllo della conversazione, non alzano la voce. Sono buoni vicini (ci separa una ringhiera). Ho pensato all’ Assessore all’ Insicurezza di Parma, Fabio Fecci Sognare, che armato di “erre moscia” intransige sui bevitori e resta sgomento di fronte a tanto luppolo.  Mi sono immaginato Fabio Fecci il Piacere intervistato da Emilio PierVignali, il direttore di Polis, che gli apparecchia un’intervista di quelle tipo ristorantino “fate come foste a casa vostra”.
Mi sono immaginato qui, in questo luogo segretissimo, in vacanza con Fabio Fecci Vedere, cenare sulla verandina, spalla a spalla con questi tedesconi, che non parla perchè è incazzato come una bestia e non gli può vietare nemmeno una birretta. Me lo sono immaginato così, che gli metto una mano sulla spalla e gli dico piano in un orecchio “Fabio, non te la prendere, domani mattina andiamo dal bagnino e gli intimiamo di vietare l’acqua del mare ai pesci perchè troppo sale alza il colesterolo… sei contento?”
Sì, è contento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...