NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Pubblicato: 14 maggio 2010 in Uncategorized

In esclusiva per ‘sto blogghe… l’intervista al Blucaliffo Nicola, Presidente degli Amichetti dell’ Orticino.

D – Presidente Valenti… il nome “Amici dell’Orto Botanico di Parma” non compare nell’ harddisk di Anemone… non rischiate di essere una voce eccessivamente fuori dal coro?
R – Stiamo valutando di trasferire una trentina di cinesi irregolari nel sottoscala della segheria per cucire le maglie che distribuiremo domenica 16 maggio, ma per fare questo occorre intestare le cantine all’Associazione stessa senza sapere chi le abbia pagate. Successivamente sciogliere l’associazione perchè non potremmo vivere col sospetto che qualcuno ci abbia fatto un regalo simile a nostra insaputa.
D – Dott. Valenti… quello che state facendo può definirsi una Grande Opera: non temete che il Governo possa appaltarvi a un intervento della Protezione Civile?
R – Non solo, attualmente il timore più grosso è che spostino il concerto di Bob Dylan dal Parco Ducale all’Orto, dichiararlo Evento Eccezionale nonostante Bob Dylan non faccia più il pienone nemmeno a Bagnolo in Piano.
D – Chi ve lo fa fare?
R – Mi chieda chi non vorrebbe farcelo fare.
D – Chi non vorrebbe farvelo fare?
R – La lista è lunga, nomi grossi, si va da Pierino detto il Mattone a Zeno Cazzuola, dal clan dei Cementoverde alla cosca degli Asfaltoni. Qui stiamo cercando di delinquere in ogni modo possibile, ma pare che l’ Organizzazione Mondiale della Sanità stia per pronunciarsi sul virus dell’onestà dichiarandoci a rischio pandemia: questo significherebbe la messa al bando dell’associazione, la quarantena per l’Orto Botanico di Parma e l’autorizzazione a una vaccinazione indiscriminata contro qualsiasi forma di trasparenza.
D – Un anno fa avete debuttato con un passaggio in un solo giorno pari a diecimila visitatori (tredici per la questura). Siete pronti per ospitare un bel centro commerciale?
R – Ci sono alcune ipotesi, avvertiamo forti vibrazioni e sorge il dubbio che possano già aver iniziato gli scavi. L’  Orto Botanico fa sicuramente gola a molti ma non sfama certo i vegetariani, basti pensare all’appetito di veri e propri squali in grado di digerire qualsiasi tipo di calcestruzzo. 
D – Come sono i rapporti con l’ Univeristà?
R – Direi canonici: noi sotto e loro sopra.
D – E’ vero che lei ha messo a disposizione di “Giardini Aperti” il suo giardino personale ma è stato rifiutato?
R – Confermo: mi è stato detto che i potus che ho in bagno non suscitano stupore e lo spazio nel mio bagno sarebbe comunque insufficiente per organizzarvi un rinfresco. Mi limito a prenderne atto.
D – Dopo il 16 maggio?
R – Si spera che l’ Orto Botanico di Parma possa vedere anche il 17, il 18, il 19 di maggio e così via. Ci basterebbe la convenzione… se così fosse ci metterei la firma. Ma è difficile dire… ora che la metropolitana leggera non si fa più… ci auspichiamo che le forze coinvolte, mi riferisco a generosi costruttori, sensibili amministratori, faccendieri d’ogni sorta e bandiera, si mobilitino per risolvere al più presto la spinosa questione della destinazione d’uso dell’ Orto Botanico: son quattrocento anni che non si riesce a metter giù un autobloccante, mica ieri! 400 anni che qui cresce l’erba, i fiori, le piante, cose che una società civile, innovatrice, industrializzata come noi europarmigiani non possiamo più sostenere! Prendiamo il latte di mucca: se beviamo il latte di mucca alimentata al pascolo… il sapore del latte ci fa schifo. Parlare di natura ci sembra bello, ma in natura non esistono parcheggi, bisogna fare qualcosa.
D – L’ erba del vicino è sempre più verde?
R – Beato lui, se quella convenzione non arriva… l’erba dell’ Orto Botanico di Parma sarà presto gialla perchè ci avranno costruito sopra l’autunno.
D – Qual’è il problema?
R – Cadono le foglie… ancora una volta toccherà ai volontari raccoglierle!

 

 

 

Annunci
commenti
  1. Lorenzo ha detto:

    Fantastica!

    🙂

  2. Paola ha detto:

    Uau, meglio di Cochi e Reanto

  3. Giancarlo ha detto:

    complimenti, ne ho letta più di una è sono molto divertenti. il mio problema è che non essendo a parma da molto tempo e, soprattutto, non essendomi interessato finora delle questioni oggetto della tua/vostra satira, non conosco tutti i fatti a cui vi riferite… però sei veramente bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...