TUTTI INCENERIMMO A STENTO

Pubblicato: 26 aprile 2010 in Uncategorized

Nel Mulino che Vorrei

“Nel mulino che vorrei
faccio affari, quelli miei
Nel mulino che vorresti
son mugnai quelli onesti
Nel mulino che vogliamo
i rifiuti inceneriamo
Nel mulino che ti tocca
non si fiata e acqua in bocca
C’è il denaro al primo posto
l’aria qui finisce arrosto.
Rifiuti in ogni dove?
Per fortuna buone nuove:
tutto quanto incenerito
e il problema è già finito.
Non c’è margine di rischio,
quella cenere è nevischio!
Quest’aria un po’ speziata
è violetta, che figata!
Dal camino esce fumo?
Nasa bene: è profumo!
Nel mulino che vorrei
buon per te che non ci sei!
Finchè c’era la salute
le mie idee ti son piaciute
or che sei a miglior vita
non c’è aria più pulita”

Questo è l’inno di chi brucia
al sol tutela al buio inciucia.
Smaltisce rifiuti eccetto se stesso
Incenerisce salute in virtù del progresso.
Di questi dottori, garanti cialtroni
ne abbiam pieni a iosa i polmoni.

Annunci
commenti
  1. Salvatore Perinu ha detto:

    Credo che il mondo non abbia bisogno di inceneritori ma di tecnologie per riciclare e recuperare tutto ciò che eliminiamo. Il business di pochi ci ha costretti in questi ultimi e dico ultimi 20 anni a respirare di tutto. Bsogna che la gente capisca che non c’è progresso senza rispetto verso l’ambiente e verso gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...