A CONTI FATTI

Pubblicato: 31 marzo 2010 in Uncategorized

Non credo in Dio. Eppure mi succede un fatto strano: quando sono arrabbiato, veramente arrabbiato, mi vien voglia di bestemmiare. Poi… passa. Passa perchè ho bisogno di un capro espiatorio e Dio non c’entra un fico secco. Politicamente parlando penso a Berlusconi, in senso di bestemmia. Allora ricordo che dovrei imprecare contro gli Italiani e la Lega. Soprattutto la Lega. Mentre una nutrita schiera di partitodemocratici in cerca di capri espiatori scarica sui grillini senza un briciolo di autocritica… penso alla Lega. Penso a questa orda di cavernicoli con un leader che si pulirebbe la faccia con il tricolore, il cui figlio ha caratteri somatici oggetto di studio al National Geographic per comprendere l’anello mancante tra Fred Flinstons e Calderoli, che fa proseliti tra i ragazzi in modo inversamente proporzionale al centrosinistra, che rappresenta l’evoluzione esasperata del fascismo in una forma sicuramente più rozza quanto efficace.
Quando leggo la parola “fascismo” penso al ventennio, al Duce, agli squadristi e a differenza della Gelmini penso alla Resistenza.  
Oggi penso alla Lega Nord. Penso che la Resistenza civile sia quella di arginare l’ignoranza feroce e aggressiva di questi diversamente italiani e contemporaneamente offrire un’alternativa che, dal mio punto di vista, ha radici ancora attuali: i Partigiani, quelli che hanno parteggiato per qualcosa di giusto, che si sono ribellati e hanno detto NO. Per far questo non servono armi. Ma idee.
Credo che chi vota PDL lo faccia per soldi o per ignoranza. Credo che chi vota Lega lo faccia solo per ignoranza. Credo che chi vota PD lo faccia per amore.
Credo che chi vota esercita comunque un diritto nato anche dalla Resistenza. Se non è moderno questo! 

Annunci
commenti
  1. giulia ha detto:

    Io invece credo in Dio nonostante l’establishment ecclesiatico faccia di tutto, ma proprio di tutto, per scardinare questa mia convinzione. Perché credere in Dio non vuol dire essere proni e rassegnati a tutte le schifezze che questi ” uomini di fede” ci propinano ogni giorno, arrogandosi il diritto (QUANDO VA BENE) di decidere cosa sia meglio per l’uomo (ma sopratutto per la donna) quando Dio stesso lo ha lasciato LIBERO di scegliere la propria via. (ma questo è un discorso lungo, e probabilmente interminabile)
    Per fortuna tendo ad analizzare la vita non per categorie di persone, ma per “persone”, quindi trovo ancora conforto e speranza nelle splendide persone che conosco.
    Tuttavia, ogni volta che sento nominare PD, la prima cosa che mi viene alla mente è proprio la più comune delle bestemmie.Ogni volta che d’alema apre bocca, so già che dovrò andarmi a chiudere le mani in cassetto, almeno il dolore fisico mi distrarrà dalla realtà per un attimo.
    E mentre il PD discute di numeri percentuali somme e sottrazioni (vaglielo a spiegare che i voti non sono numeri) la lega vince.
    La lega che è il frutto perfetto della nostra ignoranza. Prospera e prolifica in menti deboli, facilmente manipolabili, chiuse, come le splendide valli in cui è nata. Menti che hanno paura persino del vicino di valle, se non anche del proprio vicino di casa. Paura e ignoranza. Sono sempre gli elementi che accomunano, accompagnano e catalizzano i periodi più bui della storia umana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...